Sede Regionale: Torino - C.so G. Matteotti, 57 - 10121 Tel. / Fax 011/5069219 e-mail: codaconsto@infinito.it

Chi siamo

Le nostre sedi

Come associarsi

Rassegna stampa

Comunicati stampa

Documenti utili

I nostri servizi

Consigli utili

Contattaci

Link utili

I CONTATORI AEM ED ENI SONO PIU’ CARI DI UNA FERRARI!!!!!

 

DENUNCIA DEL CODACONS ALL’AUTHORITY  PER L’ENERGIA E IL GAS E ALL’ANTITRUST :

IL COSTO PER SPOSTARE I CONTATORI DI LUCE E GAS E’ DIVENTATO INSOSTENIBILE

 IMPORRE L’IMPRESA CHE DEVE ESEGUIRE I LAVORI E’ CONTRARIO AI PRINCIPI DEL LIBERO MERCATO E DELLA CONCORRENZA E SVUOTA LE TASCHE DEGLI UTENTI

 

Torino. Sono giunte al Codacons Piemonte numerose segnalazioni concernenti la richiesta di un contributo a dir poco spropositato, formulata da AEM S.p.A. ed ENI S.p.A. Div. Gas & Power, per l’esecuzione di lavori inerenti lo spostamento dei contatori della luce e del gas.

Infatti, secondo quando riferito dagli utenti (e poi accertato anche dall’associazione attraverso i nn. verdi delle aziende interessate), è emerso, che lo spostamento del contatore dall’interno all’esterno di unità abitative e, dunque, finalizzato anche ad una maggiore sicurezza dell’impianto,  può essere effettuato soltanto dall’unica società incaricata dalla Società che fornisce il gas ovvero la AES, la quale eseguito un semplice sopralluogo, emette preventivo senza alcuna indicazione dettagliata delle opere e/o delle ore necessarie, né delle tariffe orarie; detto preventivo non può comunque essere inferiore ad € 290,00 oltre IVA anche se lo spostamento del contatore è di solo un metro.

 

Analoga è la situazione riscontrata all’AEM: lo spostamento può essere eseguito esclusivamente dalla società stessa che richiede un contributo, anche qui senza indicazione delle opere e/o delle ore necessarie, né delle tariffe orarie, che non può essere inferiore ad € 165,00 oltre IVA.

Quindi, spostare il contatore del gas o della luce può arrivare a costare, al metro, molto più di quanto costi, in benzina, percorrere lo stesso spazio a bordo di una Ferrari Testa Rossa!!!

 

Nella maggior parte dei casi segnalati gli interventi di cui sopra non hanno mai richiesto più di un’ora di tempo, a conferma, pertanto, di un contributo sproporzionato anche alla luce delle indicazioni, dei valori medi di mercato per tali opere  confrontabili  alla Camera di Commercio.

 

Anziché premiare l’utente che si adopera per la sicurezza si impongono, al consumatore tanto il prestatore d’opera quanto un compenso spropositato!.